Roberto Tomassoni

Cultura antiquaria ed erudizione tra Venezia e Vienna nel Settecento

La collezione numismatica di Apostolo Zeno

L’opera indaga e definisce la figura dell’erudito veneziano Apostolo Zeno (1668-1750) con precipuo riferimento alla sua importante collezione di monete antiche e alla sua competenza nel campo della disciplina numismatica. Giunto a Vienna nel 1718 su invito di Carlo VI d’Asburgo che lo volle alla sua corte in qualità di poeta cesareo, lo Zeno vi rimarrà fino al 1731. Qui si dedicherà con sempre maggiore assiduità alla raccolta e allo studio delle monete antiche sino a realizzare una collezione straordinaria composta da oltre diecimila esemplari. Egli poté riuscirvi soprattutto grazie alle notevoli disponibilità economiche garantitegli dal suo servizio presso l’Imperatore e alle numerose amicizie che seppe intrattenere con alcuni dei più importanti collezionisti italiani della sua epoca, da Giandomenico Bertoli ad Annibale degli Abbati Olivieri. Il libro ripercorre la storia, le vicissitudini e il destino che coinvolsero la raccolta, attraverso una ricerca che appare ancora in costante e progressiva evoluzione. 

  • Roberto Tomassoni

    Roberto Tomassoni è dottore di ricerca in Scienze dell’Antichità. Attualmente collabora con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio delle Marche e con il progetto internazionale Fontes Inediti Numismaticae Antiquae (FINA). È socio corrispondente della Deputazione di Storia Patria per le Marche ed è autore di articoli incentrati sulla storia del collezionismo numismatico e della monetazione medievale e moderna.

titolo: Cultura antiquaria ed erudizione tra Venezia e Vienna nel Settecento
sottotitolo: La collezione numismatica di Apostolo Zeno
autore: Roberto Tomassoni
editore: Forum
luogo di pubblicazione: Udine
anno di pubblicazione: 2022
collana: Tracce. Itinerari di ricerca/Area umanistica e della formazione
formato: cm 20x28
pagine: 360
immagini: b/n
prezzo versione cartacea: 38,00 € sconto 5%
ISBN: 978-88-3283-354-6