A cura di Francesco Benozzo

Poeti della marea

Canti bardici gallesi dal VI al X secolo
Postfazione di Antonella Riem Natale

Nell’estesa alta marea che copriva di silenzio le terre della poesia in tutta l’Europa alto-medievale, presso le coste del Galles emersero alcuni tavolati rocciosi, dalle morfologie nuove e potenti, modellati da secoli di tradizione poetica. Si tratta dei canti dei bardi, i cantori errabondi eredi della grande tradizione sciamanica che caratterizzò per millenni la nostra percezione del mondo. I testi che qui vengono tradotti – che in quanto ‘testi’ rappresentano naturalmente solo una parte di ciò che furono le performances orali e cantate di questi poeti celtici – sono caratterizzati da una propensione visionaria, fortemente legata agli elementi del paesaggio fisico, e da un profondo anelito sapienziale e animistico, che non ha eguali nel mondo occidentale. 
Al libro è allegato un CD in cui l’autore esegue e reinterpreta all’arpa bardica alcuni dei componimenti tradotti.

 

> English version

 

 

  • Francesco Benozzo

    Francesco Benozzo è professore di Filologia e linguistica romanza all’Università di Bologna. Coordinatore del dottorato di ricerca in Studi letterari e culturali, è autore di oltre 700 pubblicazioni, dirige tre riviste scientifiche internazionali ed è il responsabile di diversi centri di ricerca inter-universitari. Poeta e musicista, dal 2015 è stabilmente candidato al Premio Nobel per la Letteratura, con candidature rese pubbliche dal PEN International.

titolo: Poeti della marea
sottotitolo: Canti bardici gallesi dal VI al X secolo
curatore: Francesco Benozzo
editore: Forum
luogo di pubblicazione: Udine
anno di pubblicazione: 2022
collana: All
formato: cm 190x260
pagine: 228
immagini: b/n
allegati: cd-rom
prezzo versione cartacea: 30,00 € sconto 5%
ISBN: 978-88-3283-322-5

Eventi

Recensioni