Adriana Capriotti, Salvatore Federico, Flavio Fergonzi e Paolo Nicoloso

Con Ado Furlan nel Foro Mussolini

La Fontana del cinghiale e il suo calco

La 'Fontana del cinghiale' è l’unica opera superstite tra quelle realizzate dallo scultore Ado Furlan durante il suo soggiorno romano (1939-1942). Eseguita su commissione dell’architetto Luigi Moretti per il Foro Mussolini, essa costituisce un’importante testimonianza del dialogo instaurato dall’artista con i modelli antichi, reinterpretati alla luce delle esperienze moderniste compiute nella Capitale. La predisposizione del calco in stucco – esposto in mostra a Pordenone nel 2005 e destinato a trovare definitiva sistemazione all’interno del castello di Spilimbergo – ha richiesto un complesso 'iter' burocratico-amministrativo illustrato nel presente quaderno, in cui si chiariscono anche le vicende del gruppo marmoreo e si avanza una suggestiva ipotesi sulla sua collocazione originaria.

titolo: Con Ado Furlan nel Foro Mussolini
sottotitolo: La Fontana del cinghiale e il suo calco
autori: Adriana Capriotti, Salvatore Federico, Flavio Fergonzi e Paolo Nicoloso
editore: Forum
luogo di pubblicazione: Udine
anno di pubblicazione: 2006
formato: cm 17x24
pagine: 32
immagini: ill. b/n
prezzo versione cartacea: 8,00 € sconto 10%
ISBN: 978-88-8420-390-8

Dello stesso autore