Francesco Federici

Cinema esposto

Arte contemporanea, museo, immagini in movimento

Dagli anni Novanta del secolo scorso si è venuto a creare un forte interesse per il cinema all’interno degli spazi dell’arte contemporanea, grazie all’attività di numerosi artisti, per quanto mai riuniti in scuole o correnti, che si sono dedicati a queste pratiche situate al confine tra le arti. Sebbene le immagini in movimento abbiano trovato un loro ruolo nell’arte contemporanea ben prima di questa fase, è una novità l’assiduità con cui molti artisti si sono rivolti al linguaggio cinematografico, arrivando a mescolare forme, pratiche, sintassi e consuetudini diverse. Questo libro vuole indagare i modi, i luoghi e gli scenari attraverso i quali è avvenuto e avviene questo processo d’immissione delle immagini in movimento nel campo delle istituzioni dell’arte.

  • Francesco Federici

    Francesco Federici ha conseguito un dottorato internazionale di ricerca in Studi audiovisivi presso l’Università degli Studi di Udine, in collaborazione con l’Université Sorbonne Nouvelle - Paris 3, e ha insegnato Storia e teoria delle arti all’École supérieure d’art du Nord-Pas de Calais/Dunkerque-Tourcoing. È attualmente assegnista di ricerca presso l’Università IUAV di Venezia. Autore di diverse pubblicazioni, ha curato con altri, in particolare, i volumi Extended Temporalities: Transient Visions in the Museum and in Art (2016), Cinema and Art as Archive: Form, Medium, Memory (2014) e Cinéma: Immersivité, surface, exposition (2013).

titolo: Cinema esposto
sottotitolo: Arte contemporanea, museo, immagini in movimento
autore: Francesco Federici
editore: Forum
luogo di pubblicazione: Udine
anno di pubblicazione: 2017
collana: Cinethesis
formato: cm 15x20,5
pagine: 204
immagini: b/n
prezzo versione cartacea: 22,00 € sconto 10%
ISBN: 978-88-3283-005-7