A cura di Corrado Azzollini e Giovanni Carbonara

Ricostruire la memoria

Il patrimonio culturale del Friuli a quarant'anni dal terremoto

Il volume raccogli gli atti del convegno - organizzato a Udine l'11 e il 12 maggio 2016 dalla Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia e dall'Azienda speciale Villa Manin di Passariano - sul restauro e il ripristino del patrimonio culturale friulano danneggiato dal terremoto del 1976, un patrimonio che rischiava di scomparire tra le macerie unitamente all'identità territoriale e alla memoria storica dei luoghi. Gli interventi dei relatori costituiscono nel loro insieme una rilettura critica di quanto è stato fatto nell'emergenza e nei decenni successivi al sisma, approfondendo alcuni casi esemplari come il recupero filologico del Duomo e del centro storico di Venzone. Inoltre, negli scritti contenuti nel volume, ci si occupa di misurare l'incidenza del 'modello Friuli' nell'evoluzione delle pratiche di messa in sicurezza e di recupero dei beni culturali in caso di calamità naturali. Le due giornate di studio hanno contribuito a 'ricostruire la memoria' di quanto è avvenuto quarant'anni fa in occasione del sisma del Friuli, rinnovando il ricordo di vicende molto dolorose, ma anche di una volontà di riscatto assai determinata che ha consentito di moltiplicare le forze necessarie alla ricostruzione umana, sociale, economica e territoriale. In questo processo, il recupero dell'identità artistica e culturale attraverso la salvaguardia del patrimonio è stato uno degli elementi di maggior rilievo e di discontinuità con il passato.

titolo: Ricostruire la memoria
sottotitolo: Il patrimonio culturale del Friuli a quarant'anni dal terremoto
curatori: Corrado Azzollini e Giovanni Carbonara
editore: Forum
luogo di pubblicazione: Udine
anno di pubblicazione: 2016
formato: cm 20,5x24,5
pagine: 256
immagini: b/n e col.
prezzo: 28,00 € sconto 10%
ISBN: 978-88-8420-963-4

Eventi

Recensioni